Lusso

Bar del Posta @ Hotel de la Poste (BL)

di Caterina Amerini
Bar del Posta @ Hotel de la Poste (BL) — Veneto Secrets

Più che un albergo, una vera istituzione. Situato nel centro di Cortina d’Ampezzo, la storia dell’Hotel de la Poste, il più antico della Perla delle Dolomiti, inizia nel lontano 1804, anno della prima licenza. Creato dalla famiglia Manaìgo, oggi alla settima generazione, come alloggio, ufficio postale, stalla e osteria per offrire ristoro ai primi viaggiatori e alle loro carrozze nella tratta Dobbiaco-Lienz, ospita al suo interno uno dei templi mondiali del buon bere e della mondanità: il celebre Bar del Posta.

Nato agli inizi del ‘900 dove un tempo era situato l’ufficio postale, il bar ha visto sedersi al suo bancone tutto il “bel mondo” internazionale – dai Reali di mezza Europa, ai grandi di Hollywood come Liz Taylor e Henry Fonda, sino ad artisti, politici, scrittori, come Ernest Hemingway che qui era un habitué*, oltre che ovviamente i protagonisti dei tanti film ambientati a Cortina, in primis del mitico Vacanze di Natale dell’83.

Bar del Posta @ Hotel de la Poste (BL) — Veneto Secrets

Non a caso, tra le bottiglie del bar, fa capolino anche la statuina delle “tre scimmie sagge”, simbolo del motto “non vedo, non sento, non parlo”, ad indicare la totale discrezione e riserbo del personale nei confronti dei propri clienti, chiunque essi siano. E chissà quante ne ha “viste”, il suo padrone di casa: il famosissimo barman Antonio Di Franco che dal 1965, qui approdato dopo una lunga esperienza all’Excelsior del Lido di Venezia, prepara (e inventa!) prelibati cocktail per i suoi clienti, da accompagnare a un ampio menù ispirato alla tradizione veneziana.

Un luogo che, pur incantando per la sua atmosfera “senza tempo”, contraddistinta da travi in legno e antichi arredi in stile ampezzano abbinati a preziosi oggetti d’epoca, non smette mai di rinnovarsi.
Di recente, è nata la sala lounge firmata Ville Venete, situata al piano terra con vista sul celebre Corso Italia, un ambiente elegantemente contemporaneo pensato per ospitare vari tipi di eventi, come musica dal vivo o dj set durante i weekend e nei periodi festivi. Lo spazio, caldo e materico, è caratterizzato dal velluto che ricopre tutte le sedute, dai pouf ai divani, e da una palette di colori vivaci come il verde, l’arancio e il giallo. Arredi più tradizionali caratterizzano, invece, la Cigar Room, una sala piacevolmente appartata, perfetta per assaporare un buon distillato.
L’Hotel de la Poste offre anche il ristorante Il Posticino, forte di un’ampia proposta culinaria di carne e pesce, tipica dei ristoranti dei “grand hotel”.

L’esperienza top? Sedetevi al bar e chiedete al barman di prepararvi un Bellini da assaporare sfogliando il libro “L’Arte nel bicchiere”. L’originale volume racconta i cocktail che Di Franco ha dedicato agli artisti che compongono la sua collezione privata di opere d’arte e che hanno, ovviamente, frequentato il Posta.

Il segreto

Cortina fu una delle mete preferite da Ernest Hemingway, che qui trascorse lunghi periodi e dove si dice conobbe la giovane Adriana Ivancich, la Renata di “Al là dal fiume e tra gli alberi”. All’Hotel de la Poste lo scrittore era solito soggiornare nella stanza 107, oggi a lui dedicata, che conserva intatti la sua macchina da scrivere e alcuni oggetti a lui appartenuti; mentre al bar era solito sedersi al tavolo d’angolo sotto al grande orologio.

Info utili

Hotel de la Poste
Piazza Roma 14
32043 Cortina d’Ampezzo, Belluno
Tel. +39 0436 4271

Trova i luoghi secret più vicini alla tua città