Arte&Stile

Art Hotel: i più belli del Veneto

di Lavinia Colonna Preti
Art Hotel: i più belli del Veneto — Veneto Secrets

Alloggiare in un Art Hotel, per il viaggiatore che ama visitare luoghi e situazioni assaporandone le atmosfere in totale libertà, è una delle esperienze più uniche che il Veneto possa offrire. Sia che si scelga un museo galleria d’arte o una residenza storica, rappresenta il modo migliore di “vivere” le opere d’arte in maniera personale, abbattendo ogni distanza e sentendosi parte di un mondo privilegiato fatto di suggestioni estetiche irripetibili.

Si trovano proprio in Veneto, infatti, alcuni tra gli art hotel più belli al mondo, complice la storia di questa meravigliosa regione che ha dato vita a ville e palazzi tra i più scenografici e meglio conservati al mondo: basti pensare alle ville del ‘500, veri e propri capolavori di estetica e ingegneria agricola degli architetti rinascimentali più famosi – da Jacopo Sansovino a Andrea Palladio e Vincenzo Scamozzi – o i palazzi settecenteschi affacciati sul Canal Grande, esempio del più alto livello raggiunto dallo stile tardo barocco e neoclassico, progettati quando Venezia era l’allora centro del mondo.
Vi portiamo alla scoperta di alcuni tra gli hotel museo più straordinari del Veneto, un elenco che non vuole ovviamente essere esaustivo, ma aperto a nuove scoperte.

Aman Venice

Il Resort a 7 stelle si trova all’interno di Palazzo Papadopoli, uno dei più sfarzosi sul Canal Grande a Venezia, oggi di proprietà della famiglia Savoia-Arrivabene che lo ha affittato al Gruppo Amanresort International. E’ proprio grazie ai prominenti e facoltosi proprietari del palazzo che si sono succeduti dal 1550, anno in cui viene costruito dalla famiglia di mercanti Coccina, ad oggi che la residenza custodisce al suo interno un incredibile patrimonio di opere d’arte e arredi d’epoca. Tesori tra i meglio conservati di Venezia grazie al sapiente restauro portato a termine nel 2013 e al fatto che, sino a quella data, la residenza è sempre stata abitata e quindi mai abbandonata all’oblio del tempo. Qui, può capitare di giocare a carte sotto un affresco del Tiepolo, cenare con vista sul Canal Grande tra i dipinti di Cesare Rotta, fare colazione in una sala da ballo rococò o sedersi a leggere un libro in una delle più belle biblioteche di Venezia, tra pareti ricoperte di prezioso cuoio di Cordoba dorato del ‘600.
Leggi l’articolo completo con photogallery per scoprire tutti i tesori di Aman Venice o visita il sito www.aman.com.

27092016-L1140152

Byblos Art Hotel Villa Amistà

Una villa cinquecentesca d’ispirazione palladiana nel cuore della Valpolicella a Verona ospita, diventando essa stessa una gigantesca installazione artistica, una delle gallerie d’arte moderna più belle al mondo. Nata nel 2005 dalla passione di Dino Facchini, fondatore del fashion brand Byblos, dopo un restauro conservativo, gli interni della Villa sono stati ridisegnati con l’aiuto del designer Alessandro Mendini che ha dato vita ad un’unione unica al mondo fatta di elementi architettonici neoclassici e pezzi pop di arte moderna sfacciatamente barocchi dove, tra stucchi e decorazioni, si possono ammirare nella sala da ballo, nei corridori e nelle camere oltre 130 opere di alcuni tra gli artisti d’arte moderna e contemporanea più apprezzati. Così tra una cena gourmet, un pomeriggio nella spa con trattamenti Henri Chenot o una passeggiata nel parco in stile Alice nel Paese della Meraviglie, si possono ammirare opere di Jean-Michel Basquiat, Vanessa Beecroft, Damien Hirst, Robert Indiana, Anish Kapoor, Takashi Murakami, Mimmo Paladino, Arnaldo Pomodoro, Marc Quinn, Mimmo Rotella, Cindy Sherman, Tom Wesselmann…
Guarda la photogallery o visita il sito www.byblosarthotel.com.

23072016-L112b0086

Metropole Venice

In un palazzo del ‘700 lungo la Riva degli Schiavoni a Venezia, il collezionista e grande appassionato d’arte Pierluigi Beggiato ha creato un albergo museo che ospita notevoli collezioni di oggetti d’arte e di fine antiquariato, dando vita ad un mondo fatto di suggestioni coloniali tra meraviglie orientali e raffinati oggetti anni ‘30. Da sempre seconda casa per artisti e celebrità, qui Vivaldi compose le celebri Quattro Stagioni, Sigmund Freud scrisse alcuni dei suoi trattati e Thomas Mann trovò ispirazione per “Morte a Venezia”, il Metropole è una residenza da assaporare, ammirare e gustare in ogni suo dettaglio. Ogni piano si fa, infatti, custode di una diversa collezione artistica: al piano terra accessori, bellissime le borsette, portabiglietti da visita, cavatappi e oggetti da toilette dall’800 alla Belle Époque, al primo piano valige e bauli, al secondo ventagli, al terzo crocifissi, e all’ultimo le testiere. Il Metropole racchiude al suo interno alcuni tra i luoghi d’incontro più magici di Venezia, come l’Oriental Bar, famoso per i cocktail e la Cerimonia del Tè, il MET Restaurant & Rose Room, una stella Michelin sotto la guida dello Chef Luca Veritti, e il Giardino degli Agrumi dove vivere attimi da Mille e Una Notte sotto il cielo eterno della venezia rinascimentale.
Guarda la photogallery o visita il sito www.hotelmetropole.com.

21022016-L109b0190

Trova i luoghi secret più vicini alla tua città